EngStudlogosmall
"La casa inglese"

english_house 

La casa inglese è un progetto, che è stato proposto da Biagio Pittaro, il dirigente del "Liceo Scientifico" di Città della Pieve, per l'anno scolastico 2003-2004, e che oggi si svolge in diverse scuole superiore della zona. L'idea è stata suggerita da una visita in Danimarca dove un progetto simile fa parte del curricolo scolastico.

Il progetto consiste nell'allontanare una intera classe dalla propria aula e di farla lavorare in un ambiente, che è stato adattato per l'occasione e decorato con poster ecc. In modo da simulare un ambiente inglese. La classe lavora per 20 ore per una intera settimana in questo posto e deve parlare in inglese per tutto il tempo. Per essere sicuri che gli studenti parlino in inglese la classe viene divisi in gruppi misti dal punto di vista dell'abilità e ogni gruppo è premiato con dei punti per l'inglese usato e sono sottratti punti se qualcuno parla italiano.


oct1 nov

Il progetto è stato preparato e coordinato da Suzannah Behrens, la direttrice dell' English Studio di Paciano e la prima esperienza di "Casa Inglese" ha avuto luogo nella "Sala delle Muse" di Palazzo Corgna a Città della Pieve con una terza classe dal 27 Ottobre al 31 Ottobre. L'obiettivo del progetto non era quello di insegnare inglese, ma di facilitare l'uso della lingua immettendo gli studenti in situazioni realistiche o divertenti in cui essi potrebbero trovarsi realmente se andassero in una nazione dove si parla inglese.

Ogni giorno consisteva di: un confronto per attivare il vocabolario dormiente; una attività di ascolto per migliorare la capacità di comprensione; un gioco di ruolo per usare la lingua; videocassette da usare come modello di linguaggio e per stimolare l'interesse per la discussione; una simulazione per usare e praticare il linguaggio liberamente; un quiz per ricapitolare e rafforzare la capacità di memorizzare.


nov1 oct2

Il primo giorno è stato il più difficile in quanto richiedeva di parlare inglese così a lungo, ma è stato anche il più eccitante. Se avete appreso una lingua straniera saprete come è stancante parlarla per la prima volta e come questo richieda molta concentrazione.

Comunque, da giovedì (quarto giorno) gli studenti avevano ormai migliorato enormemente la loro capacità di parlare fluentemente e dicevano che sembrava loro strano parlare italiano in questo ambiente.


nov4 oct3

Organizzando Il lavoro in piccoli gruppi di 4 o 5, gli studenti erano capaci di massimizzare il tempo impiegato a parlare rafforzando la scioltezza. Frequenti sessioni di controllo con la docente di madre lingua aiutavano gli studenti a sviluppare la capacità di ascolto e le attività tenevano gli studenti interessati ed entusiasti.
oct4
Da venerdì la maggior parte degli studenti si sentiva più sicura nelle proprie capacità linguistiche, nella scioltezza e nella loro abilità di sopravvivenza in un ambiente inglese. E` stata una esperienza divertente, differente e stimolante.

Suzannah Behrens,

Tradotto in italiano dal "Liceo Scientifico" di Città della Pieve

facebook English Studio

Scuola